Il Whisky è un distillato dalle origini antiche quanto controverse. Infatti, Irlanda, Stati Uniti e Scozia si contendono da sempre il primato di creatori di questo distillato così importante.

Vediamo alcune curiosità sul mondo del whisky che potresti non conoscere!

Il suo nome significa letteralmente “acqua di vita”

Nonostante le diverse origini, la parola whisky ha origine dalla lingua gaelica e significa letteralmente “acqua di vita”. Un nome piuttosto corretto se pensiamo che questo distillato è stato, per molto tempo, utilizzato come un vero e proprio medicinale che doveva addirittura essere prescritto dal medico.

La sua realizzazione prevede molta pazienza

Molti whisky dal sapore affumicato vengono lasciati riposare sulle torbiere, che però crescono molto lentamente: circa 1 mm ogni anno. Può quindi accadere che le torbiere utilizzate per affumicare il whisky arrivino persino ad avere più di 1000 anni! Si tratta decisamente di un distillato che richiede un certo grado di pazienza.

Whisky lussuosi

Al Burj Al Arab Skyview di Dubai sono stati creati 10 cocktail a base di Whisky Macallan invecchiato 55 anni e Manhattan per la modica cifra di 5700 euro l’uno. 

La bottiglia di Whisky più costosa al mondo invece, ad oggi è il Whisky Macallan 1926 Fine and Rare 60-Years-Old, andato all’asta nel 2021. Distillato durante gli anni del Proibizionismo, ne esistono solo 15 bottiglie e viene venduto ad un prezzo che oscilla tra 1 e 1,2 milioni di euro.

Il Paese dove si vende più Whisky

A dispetto delle sue origini americane-anglosassoni, la Francia è il Paese in cui questo distillato viene maggiormente venduto. 

Un incentivo al combattimento

Tra gli anni 1770 e 1780, l’allora presidente americano George Washington fece costruire diverse distillerie per la produzione di rum e whisky al fine di motivare i soldati americani e spronarli a combattere.

Vuoi trovare il tuo whisky preferito? Passa da Enoteca Al Calice di Vino a Novara o guarda la nostra  enoteca online!