Non solo una buonissima bevanda da gustare da sola, il vino è anche un ottimo ingrediente da utilizzare in cucina durante la preparazione di diverse pietanze. E’ infatti apprezzato internazionalmente per la sua versatilità e la sua capacità di regalare nuovi sapori ai piatti. 

L’utilizzo del vino in cucina è davvero molto antico; si è studiato che già gli Etruschi e i Romani lo utilizzassero per conservare e cuocere la carne, proprio come facciamo anche noi nelle nostre preparazioni.

Per quali pietanze si utilizza il vino?

Come sottolineato, il vino è estremamente versatile. Si può infatti usare per marinare le pietanze, creare delle salse dai sapori particolari o ancora per sfumare durante la cottura. L’alcool infatti evapora con il calore, ma lascia al piatto il suo sapore, amalgamandosi con quello degli altri ingredienti.

Da non dimenticare l’utilizzo del vino per preparare dolci a base alcolica decisamente gustosi e profumati. Insomma, rimane davvero una bevanda dai numerosi utilizzi, perfetta per accontentare gusti diversi.

Come per il vino da bere, è molto importante che la qualità scelta sia molto alta: per piatti gustosi è fondamentale utilizzare vini buoni, adatti alle preparazioni gastronomiche. Attenzione anche all’acidità: la cottura tende ad esaltarla, quindi un vino estremamente acido porterà a piatti altrettanto acidi.

Utilizzo del vino bianco

Il vino bianco si adatta perfettamente alla preparazione di moltissimi alimenti diversi come marinate, dolci con la frutta, pesce, carni bianche e zuppe. 

Utilizzo del vino rosso

Come per gli abbinamenti, il vino rosso è un ottimo accompagnatore di carni rosse e selvaggina ed è l’ideale per ammorbidire la carne durante la cottura, come avviene per lo stufato. 

Per quanto riguarda i primi piatti invece, si può utilizzare sia il vino bianco che il rosso, a seconda della pietanza e dei suoi ingredienti.

Scopri la nostra proposta, passa da Enoteca Al Calice Di Vino a Novara!