Hai mai sentito parlare del galateo del vino? Ebbene si, anche il vino ha un proprio bon ton, una serie di regole da seguire per servirlo al meglio senza sfigurare con i tuoi ospiti! 

Come servire il vino

Partiamo proprio dalla base: dopo aver scelto la bottiglia giusta, seguendo gli abbinamenti con il menù, è il momento di aprirla e servire gli ospiti. 

Il galateo del vino vuole che l’apertura della bottiglia avvenga sempre con l’etichetta rivolta verso i commensali e senza il famoso “botto”, apprezzato dal bon ton solo durante i festeggiamenti di Capodanno. Assicurati di avere un buon cavatappi e un tovagliolo per evitare che gocce di vino finiscano sulla tovaglia. 

Ci sono due modi per versare il vino in maniera corretta: il primo prevede di impugnare la bottiglia con la mano destra, prendendola dalla base, il secondo invece prevede un’impugnatura centrale, sempre con la mano destra. Sebbene il primo sia quello più corretto, entrambi i metodi rientrano nelle regole del galateo.

A questo punto è giunta l’ora di versare il vino nei bicchieri, ma chi deve essere servito per primo? Ebbene, il galateo del vino prevede che si serva sempre in ordine decrescente di età, partendo dalle donne, poi gli uomini e, per ultimi, i padroni di casa.  Per quanto riguarda la quantità, invece, il bon ton richiede che venga riempito circa 1/3 del calice. 

Come impugnare il calice

Dopo aver elegantemente versato il vino nei bicchieri, è il momento di bere. Ricordati sempre di impugnare il calice dalla base o dallo stelo e mai dalla coppa, per non rischiare di scaldare il vino con il calore sprigionato dalla tua mano. 

Buona norma è quella di non far mai toccare i calici al momento del brindisi. Si tratta infatti di una pratica tanto diffusa quanto sbagliata, per niente apprezzata dalle ferree regole del galateo del vino.  

Vuoi altri consigli su come non sfigurare con i tuoi ospiti? Passa da Enoteca Al Calice Di Vino a Novara!