La storia del vino, prima, e del vigneto, poi, si intrecciano a stretto giro con quella dell’umanità. Il vino ha condizionato così tanto lo sviluppo degli insediamenti antropici da condizionarne le economie e penetrarne in profondità le culture. 

Ma dov’è nata la vite? È quello che cercheremo di scoprire insieme.

Tra storia e Leggenda

Per quanto attiene agli aspetti religiosi, l’Epopea di Gilgamesh nella sua versione Hittita racconta che il re di Uruk, cercando l’eterna giovinezza, si imbatté nella “donna del vino” occupata nella produzione e commercializzazione di questa bevanda. Attività che avviene in un non meglio precisato luogo “al di là delle montagne”. Anche in Mesopotamia il vino, che qui è chiamato “birra delle montagne”, è considerato come un prodotto originario di un “altrove”, posto fra le zone di montagna dell’odierna Siria e Armenia. Per gli Hittiti la vite rappresenta la fecondità e la vitalità e non sono da meno gli Egizi che puniscono con la prova del fuoco le sacerdotesse che osano accedere alle riserve di vino custodite all’interno del tempio. E poi i Romani che arrivano addirittura a creare una sorta di primitivo codice di denominazione di origine per tutelare quelle regioni geografiche che producono bevande di particolare qualità. Il cristianesimo fa del monte Ararat il posto in cui venne impiantato il primo vitigno della storia, a seguito del Diluvio Universale. Il Medioevo, che spesso è ricordato per essere stato un periodo buio per l’umanità, nel caso del vino ha dato un impulso alla causa, grazie all’opera dei monaci.

Ma dove nasce la vite?

Torniamo, però, alla domanda iniziale: dov’è nata la vite? Sembra ormai assodato che gli uomini preistorici si cibassero dell’uva selvatica limitandosi al raccolto stagionale di ciò che la natura offriva spontaneamente. Questo, intorno al 10.000 a.C., anche se alcune fonti propendono per il 40.000 a.C.. È certo, invece, che i più antichi siti dediti ad uno sfruttamento intensivo della vite e alla sua vinificazione siano databili intorno al 5.500 a.C. nella regione caucasica, comprendente gli odierni Azerbaigian e Georgia, fino all’Iran.

L’umanità, dunque, ha sempre avuto un intenso rapporto con il vino che continua ancora ai giorni nostri. Motivo per cui ti aspettiamo da Enoteca Al Calice DiVino a Novara per conoscere da vicino la nostra straordinaria selezione.