Brut, Extra Brut, Dry, Extra Dry, Demi-Sec, ecc… Il gergo dei produttori è amplissimo e variegato, e certamente vi sarà capitato d’imbattervi spesso nei vostri acquisti e nelle vostre degustazioni, in queste ed altre denominazioni. Se siete curiosi di approfondirne il significato continuate a leggere qui di seguito.

Nota preliminare

Tutte queste sopra nominate “etichette”, accanto alla tale o talaltra bottiglia di prosecco, stanno a indicare la quota di zuccheri che è rimasta dopo la lavorazione.

Tenerla a mente, aiuta a selezionare il genere di prosecco che si intende gustare o procurare per il consumo a casa.

Brut

Nel prosecco Brut, si contano circa 12 g/l di zuccheri. Il suo gusto è deciso, con una nota acidula ben distinguibile. Si può ottimamente unire a una portata principale, formaggi duri, crostacei, ecc… Di tutto un po’.

Extra Brut

La porzione rimanente di zucchero, in questo genere di prosecco, è bassissima e oscilla tra 0 e 5 g/l. Ostriche, abaloni, telline e altre specie ittiche da conchiglia si abbinano perfettamente al gusto di questo vino. Oltre che per pesci cucinati sopra le carbonelle o il barbecue.

Prosecco Dry

Con una percentuale di zuccheri intorno ai 17-32 g/l, è quello dal gusto maggiormente dolce. Per il suo sapore delicato è dunque adatto a molte pietanze senza coprirne l’aroma. Abbinabile anche a cibi non cotti come, ad esempio, alla frutta (anche conservata in sciroppo).

Extra dry

Leggendo queste parole, chi conoscesse l’inglese potrebbe rimanere perplesso, ma non c’è n’è motivo, in verità: nel gergo dei vinai, esse hanno un significato tutto loro. Non significano: “più che rasciugato” , bensì un prosecco amabile. Contiene fra i 12 e i 17 g/l di zucchero. Bevibile da solo all’inizio di un pasto o con il pollame, prodotti caseari molli ecc… Agendo come esaltatore dei loro sapori.

Demi-sec

È questa una denominazione che si è soliti usare, come terminologia ufficialmente riconosciuta a norma di legge, per designare quei vini spumanti a media dolcezza. Il volume di zuccheri disciolti tipico di tale genere di prosecco, è fra i 33 e i 50 g/l.

È consigliato dai gastronomi come abbinamento per i dolci, in particolar modo, ma è gradevole anche con ogni altro cibo o da solo.

Ti aspettiamo da Enoteca Al Calice DiVino a Novara per trovare insieme il prosecco più adatto al tuo menù.