Pasqua e Pasquetta, quale vino scegliere per esaltare al meglio il sapore di ogni portata del menù? Due giorni di festa caratterizzati per la presenza di carni, antipasti importanti e dolci golosi. Vediamo quali sono i vini da abbinare per non sfigurare con i nostri ospiti!

Vini Pasqua: bianco o rosso?

La scelta di un determinato vino piuttosto che un altro è molto importante per riuscire ad esaltare i sapori non solo del cibo, ma anche del vino stesso. Ogni tipologia di vino ha infatti un preciso aroma, il quale si sposerà perfettamente con un cibo piuttosto che con un altro. 

In generale, possiamo affermare che ci sono alcune regole che vengono sempre rispettate quando si tratta di scegliere un vino da abbinare ad un determinato piatto. 

Champagne o spumanti metodo classico, ad esempio, sono spesso utilizzati per valorizzare degli antipasti, oppure bevuti semplicemente durante un aperitivo. 

Come non farsi mancare l’abbinamento carne e vino rosso, un classico che non passa mai di moda. Infatti, per esaltare al meglio il sapore della carne, solitamente grande protagonista di Pasqua e Pasquetta, l’ideale è scegliere un vino rosso che, a seconda dei gusti, potrà essere più o meno corposo.

I vini bianchi sono invece indicati per i pranzi o le cene a base di pesce, crostacei e verdure. Più leggeri del rosso, sono gli alleati ideali anche per i primi meno impegnativi.

Il pranzo di Pasqua

Per l’aperitivo sono intramontabili le classiche bollicine, come per esempio uno Champagne 100% Chardonnay o, per restare in Italia, un Valdobbiadene Brut o un Vermentino. Il Valdobbiadene, di origine veneta, è generalmente un Prosecco Millesimato dai sapori fruttati e si caratterizza per la sua naturale freschezza. Si sposa perfettamente con gli aperitivi, ma è particolarmente indicato anche con le carni bianche e con il pesce. Il Vermentino, anche lui il compagno ideale per aperitivi e pietanze a base di pesce, è un bianco delicato e aromatico che vede le sue origini nelle terre toscane e che conquista per la sua innata eleganza.

Il piatto più tipico delle festività pasquali è sicuramente l’agnello, pietanza che deriva dall’antica tradizione della Pasqua ebraica e che si è mantenuto fino ad oggi. L’accompagnamento ideale per questa tipologia di carne è un vino rosso corposo come potrebbe essere un Montepulciano d’Abruzzo, caratterizzato da un sapore forte e deciso. Per la carne sono perfetti anche un Rosso di Montalcino o un Sangiovese d’Umbria, ma anche un classico Barolo o un Pinot Nero non faranno sfigurare la tua tavola.

Come farsi mancare colomba e uova di Pasqua? I dolci tipici di questa giornata donano alla tavola un sapore particolare, di festa e allegria. Per accompagnarli al meglio l’ideale è scegliere un vino marsalato, come un Marsala dolce d’annata, dal gusto dolce ma non stucchevole, oppure un Passito.

Il vino per Pasqua si caratterizza quindi per le sue sfumature potenti, ideali per accompagnare ogni portata del menù ed esaltare i sapori della tradizione.

Pasquetta in allegria: abbinamento vino e grigliata

La tradizionale grigliata di Pasquetta prevede la presenza di tanta carne. Il vino giusto per questo giorno è un vino rosso potente, in grado di accompagnare il sapore della carne grigliata. Per questo la scelta ottimale è un Barbera, o ancora un Amarone della Valpolicella, dal sapore corposo e dal grado alcolico leggermente superiore alla media.

Passa da Enoteca Al Calice DiVino a Novara per conoscere con quali vini conquistare il palato dei tuoi commensali!